Le Attenzioni

Il cavallo è un animale che richiede molte cure e in particolare molto del nostro tempo libero. Infatti, sebbene possiamo proporre tutte le condizioni ideali per il suo allevamento, niente sarà più salutare di un buon movimento giornaliero. L’ideale è quindi concedersi ogni giorno delle passeggiate sempre diverse ed emozionanti. Questo renderà l’animale felice dal punto di vista mentale e scarico dal punto di vista fisico. Non dimenticate che allo stato selvaggio questi animali sono abituati a camminare molto e cambiare luoghi continuamente. Alla luce di questo capite perfettamente quanto possa risultare deleterio passare la maggior parte del tempo all’interno di un recinto. Quindi appena potete portatelo spesso fuori del recinto e concedetegli lunghe passeggiate. Una volta tornati alla scuderia osservate se il mantello appare sudato. In caso positivo, non mettete il cavallo nel box subito, ma cercate di asciugare il mantello: infatti, la scarsa possibilità di movimento renderebbe difficile la circolazione del sangue ed il cavallo si raffredderebbe quasi sicuramente. Analogo discorso vale in caso si sia bagnato con la pioggia. Un buon rimedio consiste nello strofinare le zampe ed il dorso con della paglia e nello stesso tempo coprirlo con una coperta. Ricordatevi di analizzare sempre le zampe del cavallo in queste circostanze. Osservate se nella parte inferiore dello zoccolo si siano incastrate pietre o fango e rimuovetelo con gli appositi strumenti. Buona norma è bagnare con acqua le zampe e gli zoccoli se si sono sporcati con il fango. La strigliatura è un’attività quotidiana altrettanto importante. Con le apposite spazzole e striglie potete rimuovere i fastidiosi peli sciolti, ottenendo lo stesso effetto che l’animale procura rotolandosi a terra. Ma la strigliatura ottiene anche il benefico risultato di migliorare la circolazione sanguigna. Per evitare che il mantello diventi odulato a causa del sudore che si secca, dovete rimuoverlo subito con una spugna bagnata ed asciugare per bene. Controllate sempre eventuali lacerazioni del mantello e la consistenza delle feci: entrambi possono essere segni di salute del cavallo o sintomi di qualcosa che non va. In caso di dubbio non esitate a telefonare al veterinario di fiducia: coliche violente possono portare l’animale alla morte in meno di un’ora. Assicurategli un box sempre pulito, e verificate che lo scolo delle urine sia efficiente. Sostituite la lettiera ricostruendo un buono strato di paglia, diciamo circa 15 cm. Foraggiate in maniera varia e di buona qualità: spesso la quantità non è sempre sintomo di buoni risultati se viene a mancare l’apporto nutritivo di ciò che sommistrate. Il fieno deve essere sempre pulito: fieno polveroso potrebbe nel corso del tempo irritare l’apparato intestinale del cavallo, nonchè danneggiare irreversibilmente l’apparato respiratorio. Non a caso la tosse è uno dei sintomi iniziali di patologie ben più gravi. Un buon sistema per prevenire questi rischi, consiste nel lavare il fieno in una tinozza d’acqua prima di sommistrarlo. La polvere e lo sporco si depositeranno sul fondo ed il fieno sarà più digeribile. Ma ovviamente cercate di variare l’alimentazione magari con qualche gradita sorpresa, come mele o carote. Non esagerate con gli zuccherini, alla lunga vengono a noia e non hanno alcun valore nutritivo. Assicurate all’animale una quantità abbondante di acqua ogni giorno: un eventuale disidratazione si ripercuoterebbe sul mantello e sulle condizioni generali di salute dell’animale. La lucentezza del mantello e la vivacità sono sintomi di buona salute; fate sempre caso a questi due fattori. Capirete inoltre dal modo in cui il cavallo vi accoglie se la sua salute mentale è stabile e corretta, o se manifesta segni di disagio ci sono degli elementi nel vostro modo di rapportarvi con lui che dovrete riconsiderare. Se lo trovate triste e annoiato dedicategli più tempo: allevare un cavallo richiede molto tempo e se non si può dedicare almeno tre ore al giorno a questa attività, è il caso di prendere in considerazione l’ipotesi di luoghi con scuderie a pagamento dove altre persone applicheranno quotidianamente tutte le cure necessarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto