Razza Paint

Origini e attitudini

Razza molto simile al Pinto (la caratteristica di entrambi sono le macchie), originaria degli Stati Uniti. L’allevamento del Pinto fu iniziato dai pellerossa che cercavano i soggetti selvaggi “più colorati”, ritenuti i migliori, per incrociarli con i cavalli di origine spagnola. L’altezza variava dai 135 ai 160 cm, importanti erano solo il mantello e le proporzioni. Furono i Comanche a operare la distinzione fra Pinto: selezionarono i loro pezzati e li incrociarono con il Quarter, ottenendo un cavallo del tutto simile al Quarter ma pezzato, il Paint Horse appunto. Il Pinto continuò ad essere allevato senza controllo fino al 1930 quando si incominciò a dare omogeneità alla razza attuando incroci con il Purosangue Inglese e con l’Arabo. Dagli anni ’60 furono praticate selezioni con cavalli di origine spagnola per determinare una razza diversa dal Paint. Restano comunque due razze molto simili.

Caratteri morfologici

Tipo: meso-dolicomorfo.
Mantello: sempre pezzato: caratteristica sono le macchie: l'”overo” e il “tobiano”. Il primo presenta grandi macchie bianche su tutto il corpo a fondo scuro; il secondo macchie di altri colori su fondo chiaro.
Altezza al garrese: 150 – 165 cm.
Peso:  circa 500 kg.
Carattere intelligente, docile, affidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto