cavallo razza Pony hackney

Origini e attitudini

Pony originario della Gran Bretagna, attualmente impiegato per l’addestramento di giovani cavalieri e il tiro leggero. Veloce e buon saltatore. Creata nel corso dell’Ottocento, è stata ufficializzata nel 1880. Deriva dall’Hackney e dalle razze di pony Fell e del Galles.

Storia
L’Hackney deriva dal Norfolk Roadster, una antica razza di trottatori del 1700; era utilizzata per la sua potenza e per l’enorme capacità di resistenza: uno di questi cavalli è diventato celebre per aver sfiorato la velocità di 39 Km all’ora al trotto. Ma con la diffusione delle ferrovie durante il XIX secolo i Roadster conobbero un periodo di crisi, ma fortunatamente l’Hackney Horse Society ha mantenuto intatto questa stupenda razza oggi nota come Hackney.

 

Caratteri morfologici
Questa razza comprende sia cavallo che pony, il primo misura da 1.46 m a 1.62 m, il secondo è alto al massimo 1.46. Entrambi hanno testa piccola dal profilo concavo, le spalle muscolose e il garrese basso; il corpo è compatto e il petto poco profondo, le zampe sono corte e forti e la coda è attaccata alta; i mantelli più diffusi sono il baio, il baio scuro, il morello e il sauro. La caratteristica più notevole di questo cavallo è la sua azione: le spalle potenti proiettano gli anteriori in alto e in avanti, facendo una leggera pausa ad ogni passo, una sorta di “momento di attesa” come se il cavallo fosse sospeso da terra; ed ancora più pronunciata e strana è l’andatura del pony.

Temperamento
Nel temperamento dell’Hackney si notano influssi di sangue arabo e inglese: è quindi un animale energico, resistente e ubbidiente, che veniva usato infatti in passato come carrozziere di lusso. E’ oggi allevato soprattutto per parate, esibizioni e presentazioni, ottenendo sempre ottimi risultati e piazzamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto