Ippica: all’Ippodromo SNAI La Maura, tra i puledri vincono Zia Paola Jet e Zona Da

All’Ippodromo SNAI La Maura di Milano convegno del martedì che si è aperto con i puledri di due anni a caccia della prima vittoria. E dopo un quarto, un terzo e un secondo posto ottenuti nelle tre uscite precedenti, Zia Paola Jet finalmente raggiunge la vittoria. Per la portacolori della scuderia Wave allenata da Erik Bondo e guidata da Federico Esposito, nonostante il quarto iniziale violentissimo che l’ha vista protagonista nella lotta per il comando con Zenit del Ronco. Federico Esposito ha poi concesso strada al rivale, lo ha seguito come un’ombra e in retta lo ha liquidato facilmente involandosi verso il traguardo. Zenit del Ronco è arrivato a corto di energie e ha subito anche l’altra… Zia, la targata D’Amore presentata da Holger Ehlert.

Perfetto percorso in avanti di Vida Loda Roc nella reclamare per cavalli di tre anni valida per la seconda corsa in programma. Nonostante il 7, la portacolori della scuderia Sant’Eusebio è andata davanti in un amen, ha poi provato a rifiatare ma è stata costretta ad allungare ancora sul penultimo rettilineo quando all’esterno si è profilata minacciosa la sagoma di Vincito’ Indal: in retta, seppure stanca, la cavalla di Fausto Barelli ha reagito bene alle sollecitazioni di Filippo Rocca e ha conservato un chiaro vantaggio sui rivali: Vincito’ Indal invece si è un po’ spento negli ultimi metri ed è stato superato a centro pista da Vortex Va e Vigogna Jet, terminati vicinissimi nell’ordine sul traguardo. Bel primo piano di Salvador Trio nella prova per anziani di cat. E. La vittoria di Modena in 1’13”7 segnava “bello stabile” sul barometro della condizione dell’allievo di Marco Azzaroni (a Paolo Leoni) che difatti in corsa ha dimostrato di sprizzare salute da tutti i pori, sfondando dopo 300 metri su Ugo Risaia Trgf e poi ribattendo colpo su colpo al violento assalto portato da Tempesta Lux ai 600 finali: in retta Salvador Trio è riuscito a svincolarsi dalla rivale e ha chiuso ottimo vincitore, con Marco Stefani determinato in cabina di regia. Ottima seconda Tempesta Lux davanti a Olmo, finito forte in retta dopo corsa all’estrema attesa, mentre il favorito Phantom, scavalcato al via, è rimasto chiuso in corda e non ha mai trovato spazio per correre.

Dopo aver siglato la prova di apertura con Zia Paola Jet, la connection Erik Bondo-Federico Esposito ha concesso il bis nell’altra prova in programma riservata ai puledri con Zona Da, stavolta per i colori della scuderia Incolinx. Tanto era stata combattuta la prova vinta dalla portacolori della scuderia Wave ad inizio pomeriggio, tanto è stata “soporifera” questa, che pure vedeva al via soggetti sulla carta di maggiore qualità. Zona Da è andata al comando e ha potuto fare i propri comodi, con Zlatan Jbay che si è adeguato al largo della battistrada. Ha provato a smuovere le acque Zidan Petit, debuttante presentato da Holger Ehlert, che al chilometro ha mosso in terza ruota ma si è scontrato sul cambio di ritmo del battistrada e sull’ultima curva è calato. Zona Da ha invece proseguito sicura, limitandosi ad una accelerazione in retta con cui ha chiuso comodamente i conti a media di 1.16.5 (ma con gli ultimi due quarti percorsi in 29”8 e 29”5) . Ziva Ek, seconda dal via, non ha potuto far altro che seguire le mosse della vincitrice, mentre Zenith Roc ha concluso al terzo posto ma è stata squalificata per una breve incertezza in zona traguardo, a vantaggio dell’appostata Zenith Power. Splendida performance di Star Girifalco nella “reclamare” sui 1650 metri per cavalli anziani valida come II Tris. La cavalla allenata e guidata da Max Castaldo ha confermato l’eccezionale momento di forma, già palesato nell’ultima sortita torinese, sottomettendo di forza Thor Gual, in sediolo al quale Roberto Vecchione dopo aver azzeccato un lancio volante ha provato a giocarsela al comando. Thor Gual ha respinto un primo attacco portato da Tina Pan, ma in retta si è dovuto inchinare alla portacolori del signor Aldo Rondena, avanzata “cattiva” in terza ruota sul penultimo rettilineo e ancora capace di piazzare un ultimo, decisivo assalto per passare a media di 1’12”8. Tina Pan si è mantenuta in quota difendendo il terzo posto da Tintoretto Rl e Scirocco.

Vittoriosa a Torino, Vogue di Poggio ha concesso il bis all’Ippodromo SNAI La Maura confermando il bel potenziale di cui è in possesso: la cavalla allenata e guidata da Alessandro Gocciadoro si è esibita un’arrembante percorso d’assalto, risalendo in seconda e terza corsia da fondo gruppo per raggiungere e sottomettere nelle ultime battute, di misura ma chiaramente, la coraggiosa Vallesina Jet che in testa ha venduto cara la pelle nonostante lo strappo iniziale per conquistare il comando. La volata per il terzo posto è stata risolta da un ottimo Victory Show, che ha bruciato sul palo Vettel Grif che lo aveva “pilotato” nella risalita in terza ruota negli ultimi 400 metri.

Chiusura di pomeriggio all’impianto del trotto milanese con i gentlemen impegnati con cavalli di 4 anni sui 1650 metri: Unicum Bigi e Alfredo Galeazzi l’hanno risolta in avvio scavalcando Usher Kris nel lancio e poi difendendosi dall’agguato della rivale in retta anche con un po’ di malizia, allargando quel tanto che è bastato per impedire alla cavalla guidata da Fabio Marchino di produrre compiutamente il suo rush finale. Per il terzo posto Uranie Roc ha preceduto Uccea Jet, mentre la favorita Uccea Jet si è gettata di galoppo nella fase iniziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto