Uragano Harvey: i soccorsi ai cavalli

Bologna, 30 agosto 2017 – L’uragano Harvey, declassato a tempesta tropicale, ha toccato il suolo del Texas nell’area di Houston venerdì 25 agosto provocando piogge e inondazioni devastanti. La sua corsa sta proseguendo in Louisiana dall’area di Cameron passando per quella di Lake Charles con venti fino a 72 chilometri l’ora, pioggia incessante, acqua ovunque. La Guardia Nazionale statunitense e le associazioni sono incessantemente al lavoro per l’evacuazione di massa e per i soccorsi agli abitanti ma anche ai tanti animali – il Texas è il primo stato Usa per numero di capi di bestiame e aziende agricole – e della “comunità equestre” del territorio che conta numerose centinaia di unità.
Il supporto della Usef
La federazione equestre Usa – USEF – ha prontamente messo a disposizione i dollari del Equine Disaster Relief Fund, fondo economico costituito nel 2005 in occasione degli uragano Katrina e Rita per supportare finanziariamente i cavalli e i proprietari dei cavalli colpiti da calamità naturali e emergenze varie. Senza perdere tempo ha invitato i propri tesserati a fare altre donazioni per “aumentare” il proprio supporto alla comunità equestre colpita dall’uragano Harvey – clicca qui per il link – . Per le emergenze in Texas la Usef lavora in coordinazione con la Houston SPCA – Society for the Prevention of Cruelty Animals – associazione che sta coordinando e eseguendo numerosi salvataggi alle centinaia di cavalli di Houston e dintorni. In una comunicato stampa la federazione equestre americana ha aggiornato il report economico dell’appello: l’obiettivo è di raccogliere $100.000, alle 12:45 (ora locale) del 29 agosto ha raccolto più di $ 50.000, un donatore si sta impegnando per corrispondere  $ 25.000 nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto