News Ippica Sciopero ippica del 7 aprile: le richieste al Mipaaf

Tutto pronto per la manifestazione del 7 aprile delle sigle sindacali sotto il Mipaaf. Si protesta per la mancata istituzione di un tavolo di crisi sull’ippica. Nel pomeriggio incontro ippodromi e ministero su sovvenzioni.

Giornata calda, quella del 7 aprile, per l’ippica nazionale. Proclamato infatti lo sciopero da parte di Slc Cgil, Fisascat Cisl e Uilcom-Uil con una manifestazione davanti al ministero alle ore 10:30. Nel pomeriggio sempre del 7 le associazioni degli ippodromi sono state convocate al ministero per parlare della sovvenzione 2017.

 

Una manifestazione, come sottolinea la Slc Cgil, “per protestare contro l’inerzia del ministero competente ad aprire un tavolo di confronto per far fronte alla grave crisi del settore.

Il Mipaaf, infatti, oltre a non erogare nei tempi dovuti quanto stabilito, tiene da mesi nel cassetto i decreti attuativi della riforma del settore, fra l’altro prossimi alla scadenza, aggravando una crisi che ha già determinato la perdita di posti di lavoro e la chiusura di ippodromi.

I sindacati si sono resi più volte disponibili ad affrontare un confronto di merito sulla riforma, nella convinzione che sia l’unica strada per tentare di recuperare una china altrimenti inarrestabile. Per tale ragione stupisce che il ministero sfugga da un percorso da esso stesso proposto arrivando ad ignorare le ripetute richieste di incontro inviate”.

GLI IPPODROMI – Una manifestazione sostenuta anche dalle associazioni degli ippodromi, i quali auspicano partecipazione. “Una giornata davvero molto importante e difficile, sperando di ricevere qualche risposta positiva da parte del ministero – afferma il presidente del Coordinamento Ippodromi, Attilio D’Alesio, sulla costituzione del tavolo di crisi richiesto insieme ai sindacati. La conferma delle risorse destinate agli ippodromi uguale almeno a quelle del 2016. La chiusura dei conti del 2016 ed i relativi pagamenti. La definizione del contratto di sovvenzione agli ippodromi per il 2017. La costituzione di un tavolo tecnico permanente sui tanti e complessi temi ancora ‘aperti’ come  il calendario 2017, la classificazione degli ippodromi, la programmazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto